Hotel e Spa Design, nuove idee per ospitalità e benessere

MERAVIGLIOSE POTENZIALITÀ (…INESPRESSE)

Non mi accontento, io voglio emozionare i tuoi ospiti,
voglio che imparino finalmente a respirare
e che si sorprendano semplicemente entrando in un ambiente dalle mille vibrazioni,
abbandonandosi nella luce del loro sogno ad occhi aperti.

Volevo scrivere di benessere, ma in questo periodo mi annoia: malgrado le mille potenzialità, sempre le solite cose in giro, sempre i soliti concetti indissolubilmente legati a paradigmi che ritengo superati. E nel momento in cui scrivo, ho appena finito di seguire un incontro – rigorosamente ancora online – che mi ha deluso molto malgrado la platea di illustri professionisti che stimo tantissimo.

Volevo scrivere di hotel, ma mi guardo in giro e vedo tanta mancanza di gusto in strutture che si pongono sul mercato vantandosi di essere il top ma risultando, ai miei occhi, di poca eleganza e scarso valore.
E allora, ecco che in quest’ultimo periodo la mia concentrazione si è rivolta a studiare, indagare, capire, pensare piuttosto che scrivere. Ma con questo post, sono pronto a ripartire per condividere contenuti quanto più utili a chi fa del benessere e dell’hotel la propria mission imprenditoriale.

Meravigliose potenzialità

Color Hotel, camera Acquerello Style – Design by Studio Stefano Pediconi – Photo Credit @Mauro Pini, Color Hotel

Come spiegarti questa insoddisfazione?
Un esempio: in TV è ricominciata la trasmissione “4 Hotel” con Bruno Barbieri, sempre grande fucina di spunti interessanti su cui meditare. Anche quest’anno, le indicazioni che escono dal programma sono molto preziose, ma troppo spesso “per contrasto”, ovvero, frutto di ragionamenti su cosa NON si deve fare.
Questo perché ancora oggi la visione dell’hôtellerie è ancora molto, molto limitata.

Leggi anche “4 hotel, quanti spunti!

“Da Roma al paradiso”, foto finalista al contest “InTransito”, il mio augurio perché l’hôtellerie italiana possa godersi finalmente una nuova prosperità con l’avvio della nuova stagione e il ritorno dei turisti.

UN PROBLEMA DI MENTALITÀ
No, non voglio tirare in ballo i mille (forse milioni) di problemi che il settore sta vivendo da qualche tempo. Basta scuse per giustificare la perdita di terreno delle strutture ricettive italiane rispetto al panorama internazionale: non voglio parlare di investimenti e di problemi economici difficili in un momento delicato, né di prospettive di sviluppo quando in gioco c’è la stessa sopravvivenza dell’attività.
Parlo di limiti importanti nella visione generale e nella mentalità, che punta “semplicemente” a soddisfare le aspettative del cliente.

Mi dirai: “Ti pare poco?”
No, molto spesso sarebbe più che sufficiente per arrivare ad un buon risultato nell’offerta per l’ospite. Ma oggi non basta più: dov’è la sorpresa? Dov’è l’emozionalità? Dove possiamo trovare quel plus, sia nelle SPA, sia negli hotel, che permette di farci dimenticare tutte le difficoltà che abbiamo vissuto rimanendo rilegati nelle nostre case?
Risuona da più parti la frase “l’albergo come a casa tua…ma siamo matti? Per quanto mi trovi bene a casa, con la mia famiglia, mia moglie e i miei figli, una volta che riesco a ritagliarmi un momento di evasione, anche solo per un weekend di svago con la famiglia o, magari, anche soggiornando per una trasferta di lavoro – se permettete – vorrei essere sorpreso ben al di là dell’atmosfera che vivo tutti i giorni.
E nelle SPA? Non ho assolutamente intenzione di essere preso per mano per essere relegato in una sauna dopo che sono rimasto al chiuso per così tanto tempo!
E attenzione a capire bene il concetto: spesso gli ambienti proposti per coinvolgerci mentalmente e fisicamente nel migliore benessere sono fantastici, ma possibile che l’offerta si limiti solo a questo?

OPPORTUNITÀ E OCCASIONI DA COGLIERE
Sto facendo una riflessione a voce alta semplicemente per esternare un’insoddisfazione generale, che si placa solo con uno sguardo al mercato internazionale che mi sembra abbia, adesso, una marcia in più.
O forse, la mia riflessione deriva da una rabbia che mi rode lo stomaco al solo pensiero di quante potenzialità inespresse hanno sia l’hôtellerie, sia il settore del benessere: opportunità perse di fare un salto di qualità importante in un momento in cui abbiamo avuto il modo (leggi: siamo stati obbligati) di fermarci e a riflettere sul presente e sul futuro delle nostre attività.
E mentre le occasioni (a cui siamo ciechi) ci passano accanto, noi continuiamo a parlare, ad esempio, di “esperienza”. Durante il prossimo webinar di settore che ascolto, magari mi metto a contare le volte in cui questa parola “magica” viene pronunciata…un concetto tanto importante quanto, ormai, alla base di qualsiasi offerta. Vogliamo ancora parlarne come novità?

Leggi anche “Passaggio dall’ordinario all’inedito

I miei progetti fotografici sul colore – IG @kitduncanphoto / 1 – Hand / 2 – I’m a dreamer, colors will save the world

 

IL COLORE, LO STRUMENTO IDEALE                          
Mi consolo con il colore, che in questo periodo è lo strumento che ritengo più importante per riuscire a far rivivere gli ambienti e ad illuminare la vita delle persone: sono convinto sia il trend che sarà più rilevante nella progettazione del prossimo futuro.
Sto passando un “periodo pop”, i miei occhi sono assetati di colori in armonia, simbolo di vitalità, gioia e di quella positività che tanto ci è mancata.
E sono certo di non essere l’unico che ha bisogno di immergersi nel colore, come esigenza di scrollarsi di dosso tutto il grigiore vissuto nell’ultimo anno e mezzo. Parlatemi di colore, piuttosto che di esperienza che, ormai, pretendo sia alla base di qualsiasi offerta.

Mi rifugio nei miei progetti attraverso i quali suggerisco nuove luminose soluzioni agli imprenditori che credono nelle mie stesse idee e che si lasciano consigliare, anche se questo vuol dire prendermi la mano e fidarsi a saltare nel vuoto insieme a me. Non è un salto nel buio, ma un vero e proprio salto in un arcobaleno di colori, che rappresenta il successo che si trovano ad avere nel momento in cui puntano ad una strada diversa dalla così noiosa standardizzazione (di soluzioni ma anche di idee).


Nella pagina, le immagini di alcuni progetti fotografici che ho iniziato a sviluppare e che puoi trovare sulla pagina Instagram @kitduncanphoto

Permalink link a questo articolo: http://www.hoteldesign.org/meravigliose-potenzialita-inespresse/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.