Hotel e Spa Design, nuove idee per ospitalità e benessere

Return to Partners

Il bagno in hotel: vasca o doccia?

Pronti per le vacanze! Come si dividerà la platea degli ospiti quest’anno?
Camera con vasca o doccia?

In hotel, camera con vasca o doccia?Un dibattito reso sempre vivo dall’inutile tentativo di valutare in maniera razionale i pro e i contro: gli ospiti continueranno ad amare allo stesso modo il favoloso relax della vasca e la praticità di una bella doccia senza riuscire a decidere.

Per quanto riguarda la casa, già sappiamo che la lotta è impari: salvo poter organizzare un bagno con la vasca e un secondo con la doccia, quest’ultima intercetta la maggior parte delle preferenze. Anche se desidereremmo dedicare più tempo al nostro benessere personale, siamo sempre di corsa e una doccia spaziosa risulta, senza dubbio, la soluzione più comoda.

E in hotel? Il primo pensiero dell’ospite cade sul relax, che si traduce nell’immagine di un bel bagno in vasca, soprattutto se a casa lo aspetta la “solita” doccia. Eppure, malgrado tutto, anche in albergo questa continua ad essere preferita, vuoi per la comodità, vuoi che ormai la dinamicità della vita ci porta comunque ad essere sempre pieni di attività anche quando siamo in vacanza o fuori casa.
E se c’è un po’ di tempo per sé stessi, meglio rifugiarsi nella SPA.

Al di là del gusto personale e della praticità, sulla preferenza della doccia in hotel, inoltre, pesa anche il “problema” dell’igiene, o meglio, della percezione dell’igiene della vasca: molto spesso ci si fida poco del lavoro di pulizia, anche quando, in realtà, si dimostra ineccepibile.

Le tendenze ci portano a riprogettare l’intero ambiente come vera e propria “stanza da bagno”, in contrapposizione agli angusti spazi che troviamo in molti alberghi nati qualche decennio fa, in cui si privilegiava qualsiasi centimetro in più da dedicare alla camera a scapito del bagno.
Ed ecco che la doccia assume un’importanza decisiva nella funzionalità e nell’immagine del bagno, diventandone la protagonista.

Spazio, innanzitutto: quanto più grande e ariosa risulta la doccia, tanto più ne beneficia il benessere nel godere questo spazio.
Largo al design: anche gli elementi della doccia contribuiscono all’immagine generale, in un mondo in cui tutti aneliamo alla bellezza.
La sicurezza completa il mix vincente: un aspetto troppo spesso sottovalutato perché relegato agli ambienti dedicati ai disabili o alle persone più anziane. Ma guai a parlare oggi di ausili specifici! Le possibilità di utilizzare sistemi doccia – come il Solo Shower – non costringe più a scegliere tra l’eleganza e la sicurezza.

È questa la chiave di progettazione, non solo del bagno ma dell’intero hotel, che solo nel connubio tra design e funzionalità ha la possibilità di puntare in alto e conquistare un mercato sempre più competitivo.

Vasca o doccia, tu da che parte stai?
Indeciso? In fondo, in fondo, potresti aver ragione: non potremmo meritarci una bella camera con una spaziosa vasca e un sistema doccia con i controfiocchi?

Leggi anche: Ponte Giulio, a proposito della zona doccia

Permanent link to this article: http://www.hoteldesign.org/guest-post/partners/vasca-o-doccia/

2 comments

    • Punita Pillai on Luglio 17, 2020 at 11:24 am
    • Reply

    Le scelte sono sempre in visione del tipo di clientela.

    1. Non ho aperto una “finestra culturale” perché non ne usciremmo, vista la vastità dell’argomento. Ci sono popoli – come ad esempio i giapponesi – che, proprio per un fattore culturale, privilegiano le vasche.
      Poi pensiamo ai vari target e alla comodità di una vasca per le famiglie con bambini piccoli…insomma, sono pienamente d’accordo!

Lascia un commento

Your email address will not be published.