Hotel e Spa Design, nuove idee per ospitalità e benessere

Return to Partners

Non chiamatelo più bagno

Non chiamatelo bagno...

C’era una volta il bagno, ambiente di servizio annesso alle abitazioni e dedicato alla propria igiene personale…

Eh, no, scrivendo in questo modo, partiamo da tempi molto più recenti di quanto possiamo pensare: rivoluzione dell’ottocento per quello che riguarda le case più lussuose, diffuso solo successivamente anche nelle abitazioni private delle classi sociali meno abbienti.
Se ci pensiamo, una rivoluzione che ha portato alla necessità di sviluppare impianti e reti idriche nelle nostre città, fino al totale ripensamento degli spazi abitativi, ad includere il bagno tra le stanze.

Da lì, l’evoluzione del bagno non si è mai fermata, passando per gli stili più diversi, specchio delle varie epoche che hanno influenzato il design e la progettazione degli interni. Senza dimenticare, però, l’evoluzione della tecnologia e lo sviluppo dei materiali, che hanno permesso, di volta in volta, di raggiungere risultati nuovi in termini funzionali, di immagine e di qualità.

Leggi anche: “L’evoluzione del bagno nella storia di Ponte Giulio

Urban People, linea storica di Ponte Giulio dedicata alla sicurezza in bagno

Una storia affascinante alla quale stiamo aggiungendo nuovi capitoli dal momento in cui siamo passati a considerare il bagno da ambiente strettamente necessario per i bisogni di igiene, a luogo in cui prenderci cura del nostro benessere personale.
Le esigenze di “star bene” – al di là di “essere in salute” – hanno portato al noto boom delle SPA e dei centri wellness che negli ultimi decenni si è sviluppato oltre ogni previsione, in una continua evoluzione data dal mutare delle motivazioni che ci spingono quotidianamente alla ricerca di benessere (su cui non è possibile entrare in merito in poche righe).

Tutto ciò si è riflesso anche nel bagno, a partire da quello che cerchiamo in hotel: sempre più grande, sempre più completo, sempre più di design, sempre più tecnologico.
Diventa più appropriato il concetto di “stanza da bagno”, laddove ogni elemento assume un ruolo preciso nella creazione di un’immagine più affascinante possibile, che contribuisce a farci immergere (anche letteralmente, nella vasca) in un’oasi in cui possiamo rivolgere l’attenzione su noi stessi, lontano dal rumore che ormai ci circonda in ogni momento.
Quanto diventa importante, pertanto, la qualità, l’immagine e la sicurezza degli elementi che vanno a comporre la stanza da bagno? Una doccia spaziosa, sanitari e rubinetterie come ottimo connubio di qualità e design, l’esclusività dei materiali: oggi non c’è più limite all’immaginazione e alla possibilità di creare l’ambiente perfetto per il nostro benessere personale.

Permanent link to this article: http://www.hoteldesign.org/guest-post/partners/non-chiamatelo-piu-bagno/

Lascia un commento

Your email address will not be published.