«

»

Ott 13

Stampa Articolo

WELLNESS ROOM – seconda parte

Quando parliamo di bioarchitettura, di sostenibilità ambientale, di risparmio energetico, lo facciamo perché abbiamo capito che la vita dell’uomo dipende dalla cura che ha dell’ambiente in cui vive e dalle risorse della Terra, che rappresentano una ricchezza enorme, purtroppo non disponibile all’infinito.
Diventare consapevoli del “vivere green” vuol dire prendere coscienza che abitiamo in un mondo da preservare non egoisticamente per i nostri figli e per le generazioni future.
Guardando più da vicino a noi stessi ci rendiamo conto che “vivere green” vuol dire prendersi cura di noi stessi, porre l’attenzione sulla nostra vita, su cosa mangiamo, su cosa respiriamo e su dove viviamo; in una parola semplice, ci occupiamo del nostro benessere e, in generale, del benessere di tutti gli uomini.
Sappiamo tutti, però, che ognuno deve fare la sua parte affinché la nostra vita possa beneficiare veramente del benessere dato dal “vivere green”. E’ difficile pensare a miliardi di persone che modificano il loro modo di vivere per il benessere comune di cui godranno prevalentemente le generazioni future.
Eppure, la “macchina” si è già messa in cammino: negli ultimi tempi la consapevolezza di dover modificare le proprie abitudini, dal preservare le risorse energetiche al circondarsi di materiali naturali, è diventata sempre più diffusa.
E’ diventato chiaro a tutti che il green rappresenta l’unica strada verso il futuro.

Anche il settore alberghiero ha un ruolo importante in questo sviluppo. E’ diventato impossibile, pertanto, concepire qualsiasi intervento senza tener conto di questi nuovi valori per il benessere dell’ospite che hanno il green come importante chiave di lettura.
La Wellness Room, il progetto di una camera tipo di hotel concepita per il benessere dell’ospite a 360°, non può non tener conto di questo. E’ l’espressione più alta del rapporto tra ospitalità e benessere, legame più profondo tra hotel e ospite che, a prescindere dai motivi del suo soggiorno nella struttura ricettiva, si aspetta dalla propria camera un ambiente estremamente accogliente che possa farlo stare a suo agio come a casa propria, anzi meglio.

Wellness Room – Sia Guest 2014

Tutto nella camera deve concorrere al benessere dell’ospite! La struttura, i materiali, la qualità degli isolamenti e la sostenibilità delle soluzioni sono i primi elementi da prendere in considerazione.
Sono aspetti da tenere in conto sicuramente nel caso di nuove costruzioni, ma anche quando si tratta di intervenire sulle strutture esistenti che hanno bisogno di essere riqualificate, esempio in cui ricade la gran parte degli alberghi italiani, che necessitano di un urgente restyling (di immagine e contenuti) per restare al passo con i tempi e con la concorrenza internazionale.
Sebbene per gli interventi sull’esistente possa essere necessario qualche compromesso rispetto alle realizzazioni ex novo, questo non deve essere una scusa per bypassare l’argomento green. La difficoltà della sfida che può rappresentare il lavoro sul patrimonio esistente è certamente bilanciato dagli enormi benefici che un intervento green può portare ad una struttura ricettiva.

Ma la Wellness Room non è solo questo: è considerare il benessere dell’ospite a 360°, non solo nella struttura ma nella concezione e distribuzione dello spazio, nella scelta del colore e degli arredi, nell’avvicinarsi quanto più possibile alle esigenze soggettive dell’ospite attraverso la personalizzazione degli scenari che l’ospite può trovare nella camera.
La camera deve essere la massima espressione del concetto di ospitalità di un hotel e deve essere concepita affinché possa colpire la sfera emozionale dell’ospite.
Uno spazio armonico, fluido, caldo, vivo, accogliente, nato da una concezione organica dell’insieme degli arredi, dall’uso bilanciato del colore e delle luci, dalla qualità dei materiali. La Wellness Room è questo e molto altro: non è uno stereotipo di camera ma l’insieme di principi compositivi e progettuali che possano poi essere declinati in mille modi differenti.
Per questo motivo, la Wellness Room non è un progetto “bello e impossibile”, ma un’opportunità per qualsiasi categoria e tipologia di hotel, dal 2** al 5*****, dal business hotel all’albergo per vacanze. Inoltre, non importa se l’albergo sia caratterizzato dall’immagine più classicheggiante possibile, con modanature e colonnine, o dal design più spinto, immerso nel massimo purismo delle forme.
Non è una questione economica dovuta alla scelta di arredi, materiali o di soluzioni tecnologiche più o meno sofisticate: si tratta dello sforzo di valorizzare gli aspetti chiave, sopra schematizzati, attraverso un progetto coerente, “vestendo” poi la camera a piacere, in funzione dello stile della struttura alberghiera.

Purtroppo, ad oggi i passi avanti percorsi dal settore alberghiero in questa direzione sono veramente pochi tanto che, malgrado non si parli altro che di benessere, il tema continua ad essere attualissimo. C’è tantissimo da dover fare per riqualificare un settore – l’hotellerie italiana – che vacilla sotto i colpi di obsolescenza.
E’ necessario andare avanti, perché il mondo va avanti, gli ospiti si evolvono, hanno nuove esigenze, nuove richieste, e i competitor ci divorano! E per non restare fermi, non bisogna avere il timore di dover buttare all’aria tutta la struttura alberghiera e di dover necessariamente impegnare una fortuna a livello economico. Si tratta di utilizzare al meglio le risorse disponibili, evitando la superficialità ed impegnandosi laddove è veramente importante, ponendo l’attenzione in primis, ad esempio, proprio sul benessere dell’ospite nella camera.

“Distinguersi per non estinguersi”: sulla scia dell’enorme richiesta di benessere, la Wellness Room potrebbe davvero rappresentare un’importante opportunità di innovazione e distinzione per una struttura ricettiva.

In occasione della manifestazione SIA GUEST (Fiera di Rimini, 9-12 ottobre), lo Studio Stefano Pediconi ha realizzato una Wellness Room, declinata in chiave green, nella mostra GREEN SPA VILLAS.
Guarda la gallery fotografica seguendo il
link

Iscriviti al blog per essere aggiornato sulla pubblicazione di nuovi contenuti

Permalink link a questo articolo: http://www.hoteldesign.org/wellness-room-seconda-parte/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>