Ago 21

QUATTRO CANDELINE

Non aspettiamo passivamente che gli eventi ci portino nella quotidianità: proviamo a tracciare la strada da percorrere!

È l’invito che faccio a tutti attraverso le pagine di questo blog, per chi desidera godere della bellezza del mondo dell’hôtellerie e del benessere approfondendone la cultura, anticipandone le mode e le tendenze per poter affrontare il mercato con grinta e, soprattutto, con la serenità di chi va incontro al proprio successo.
È l’obiettivo con il quale è nato il nostro blog che in questi giorni ha compiuto il suo quarto compleanno!

AUGURI!

E finché perdura la passione per un settore così interessante andiamo avanti, cercando di capire il presente per costruire insieme il futuro con grande creatività, parola tanto bella quanto malamente abusata.

E come ogni anno, puntuale è l’invito di venirmi a trovare anche sugli altri social network, utilizzati ognuno per la sua peculiarità. Vi ricordo i riferimenti di quelli principali e vi riporto i relativi link:
Facebook: gruppo Hotel & Spa Design
Twitter: @HotelSpaDesign
Instagram: @HotelSpaDesign

Hotel Paradies, Laces (BZ)

In questo post estivo di bilancio annuale, pieno di buoni propositi per il prossimo anno, approfitto per puntualizzare una serie di aspetti, prendendo in prestito le parole di Franco Bolelli, filosofo e scrittore, così incisive quanto esplicative di un concetto che sento profondamente e che amo condividere perché alla base di tutta la politica editoriale del blog.

Più sei creativo, più devi tenerti alla larga dalla retorica della creatività: no all’aura di anticonformismo ostentato, di bizzarria ad ogni costo, di autocompiacente devianza!”.

Il motore che muove la mia professione, quel pizzico di follia di cui amo tanto scrivere, non è (e non deve essere) fine a sé stessa, né, tantomeno, frutto dal desiderio di differenziarsi ad ogni costo: chi pensa che il talento creativo sia un modo per porsi al di sopra degli altri umani “non creativi” compie il peggiore dei torti verso la creatività”.

Devarana SPA, Bangkok

È un concetto molto più sottile e delicato, tanto importante che determina la possibilità di proporre un approccio al progetto di un albergo o di un centro benessere completamente innovativo. E questo approccio nuovo può fare veramente la differenza.
Ma in sostanza, cosa vuol dire affrontare il progetto con creatività? Vuol dire non limitarsi a soddisfare le aspettative degli ospiti, non rinchiudersi in schemi preconcetti, avere il coraggio di vedere le cose da un punto di vista differente…guardare oltre!

Leggi anche: Sexy e trasgressive

È con questo spirito che è nata, ad esempio, la figura professionale dell’Hotel Stylist, di cui ancora il mondo dell’hôtellerie non ha capito il ruolo chiave fondamentale: supportare l’albergatore affinché possa affrontare una fase di riqualificazione con la tranquillità di non dover necessariamente buttare tutto all’aria, così da poter rinnovare l’immagine dell’hotel e la stessa attività attraverso interventi mirati e studiati con attenzione in funzione della percezione dell’ospite.
È in quest’ottica nuova che può nascere il progetto di una SPA del futuro che non si fossilizzi sulle attrezzature da inserire in uno spazio ma che punti ad essere una soluzione reale ai malesseri delle persone.
In questo modo, la creatività diventa una chiave di interpretazione di qualsiasi progetto, non fine a sé stessa ma strumento per raggiungere il futuro.

Leggi anche: Meravigliamoci!

Ma cosa vuol dire essere creativi? Cosa vuol dire per ognuno di noi affrontare con creatività la progettazione? Cosa vuol dire per me essere creativo? Prendo ancora una volta in prestito le parole di Franco Bolelli per chiudere questo post e rispondere a questa domanda, perché esprime esattamente ciò che sento per la mia vita personale e professionale:

Essere creativi riguarda l’esistenza intera, non solo l’arte, la musica, il cinema, la scrittura, il design, ecc. È un’attitudine personale, la propria relazione con il mondo.
Il creativo è quello che viene pagato per fare cose che farebbe anche gratis, perché a spingerti è una passione bruciante, la voglia irresistibile di mettere al mondo qualcosa di profondamente tuo.
Non è un lavoro da cui avrai mai tempo libero: i progetti, le idee, le cose che vuoi creare non le puoi chiudere fuori della porta alla sera o lasciarle a casa mentre vai in vacanza. Sono parte di te, nel bene e nel male.

Montecatini Palace

Questo è lo spirito che invito tutti a cercare, affinché l’approccio al mondo degli hotel e a quello delle SPA possa veramente essere nuovo! Questo è il supporto professionale con il quale sto affiancando, volentieri e con soddisfazione reciproca, coloro che hanno desiderato una guida, come Hotel Stylist o come semplice appassionato che ama condividere le proprie idee.
Il blog è a disposizione come strumento di approfondimento e partecipazione libera di tutti, perché ognuno possa trovare o tracciare la propria strada. Approfittiamone!

Se non lo hai già fatto, iscriviti al blog (riquadro in alto a destra) per non perderti
nessun aggiornamento e per accedere ai contenuti riservati! 

Leggi anche: Hotel Stylist

Permalink link a questo articolo: http://www.hoteldesign.org/quattro-candeline-blog-creativita-hotellerie-spa/

Lascia un commento

Your email address will not be published.