Hotel e Spa Design, nuove idee per ospitalità e benessere

SETTEMBRE, È ORA DI PIANIFICARE IL FUTURO

Come stai? Io bene e mi auguro anche tu. Sono passati due mesi intensi in cui, come tutti, ho cercato di far fronte a situazioni continuamente nuove che mai ci saremmo immaginati…altro che “solita routine”. Ora è giunto il momento di pensare e pianificare il futuro.
Già, dopo mesi così particolari sembra “pericoloso” immaginare il prossimo futuro ma, nello spirito che ci ha sempre spinto a confrontarci sulle idee, possiamo anche solo pensare di restare fermi a guardare? Assolutamente no!
Ed eccoci qui, a festeggiare il  sesto compleanno del blog!

Hôtellerie, pianificare il futuro

Form Hotel, Dubai

UN’ESTATE PARTICOLARE
Anche per me è stata un’estate particolare, in cui ho dovuto far fronte a livello personale a situazioni che mi hanno colto alla sorpresa, come quando ti arriva una sberla mentre non te lo aspetti e rimani frastornato a cercare di capire cosa è successo.

Limes Hotel, Brisbane

Idem a livello professionale, un’estate completamente diversa di cui sto tirando ora le somme: e sono nuovamente qui per renderti partecipe – se avrai la voglia di leggere questo post – dei frutti di sei mesi molto particolari di lavoro, nato cercando di reagire alle situazioni di difficoltà in cui ci siamo trovati e volto, come sempre, a dare un contributo finalizzato ad un futuro di successo per il settore alberghiero e del benessere.

Ah………………

…ho visto che hai sgranato gli occhi quando ho parlato di successo, ben consapevoli che i bilanci economici di tutte le attività legate al turismo, benessere compreso, stentano ad arrivare ad un pareggio di bilancio che avrebbe l’aria di una vittoria ai calci di rigore.

Non posso entrare in merito all’esperienza di ogni struttura, dietro la quale, spesso, si celano storie di estrema difficoltà. Mi permetto, però, di fare un volo generale, una panoramica sul settore che mi fornisce una chiave di lettura attraverso la quale mi sento di interpretare il cambiamento che stiamo vivendo e di identificare la rotta da seguire.
Sarei molto lieto se, poi,  volessi raccontare nei commenti il tuo pensiero.

QT Hotel, Sidney

Abbiamo fatto il pieno di negatività e questo, come ti accennavo, è stato un problema che mi ha colpito anche a livello personale: ad un certo punto non ne ho potuto più di sentire lamentele continue. Sono sempre stato positivo, se hai letto i miei post sin da marzo lo sai, ma questo mio atteggiamento è stato messo a dura prova.

Leggi anche :”Come decidi di reagire?

E niente…continuo ad essere positivo, ma ho eliminato quella che chiamo “negatività gratuita”, la lamentela a tutti i costi, che continuerei a trovare ancora oggi nei telegiornali, se non li avessi cancellati dalle mie giornate, nel morboso conteggio quotidiano delle persone positive e, soprattutto, nei vomitevoli (oops, leggi “sensazionalistici”) commenti a questi numeri.

LA RISPOSTA DEL SETTORE ALBERGHIERO E DEL BENESSERE
Ho cominciato a trovare la stessa gratuità nelle continue lamentele riguardanti il settore turistico-ricettivo e del benessere, dai comunicati ufficiali agli sterili dibattiti nati in varie community, in cui, spesso, la competizione era a chi riusciva a farsi compatire di più.

QT Hotel Gold Coast

E che tristezza assistere agli attacchi alle mosche bianche che provavano a dissentire, presentando situazioni in cui il lavoro di rimboccarsi le maniche stava dando i suoi frutti!

In realtà sono molto fiero della risposta del settore: malgrado tutto le strutture hanno risposto bene e con grande caparbietà, anche se i risultati positivi sono ancora mere consolazioni.
Anche se la partita non può dirsi vinta, è stata fatta bella figura e c’è la certezza che il match di domani finirà diversamente.

È passato l’uragano e siamo ancora sotto la tempesta, ma la maggior parte delle strutture ha cominciato ad asciugare il pavimento, piuttosto che a perdere tempo ad inveire contro Giove Pluvio, e ad attrezzarsi per le piogge che, sicuramente, ci colpiranno il prossimo inverno. Saranno dolori per chi si farà trovare impreparato.

Hard Rock Hotel, Maldives

UN APPROCCIO INEDITO E RADICALMENTE DIVERSO
In questo contesto, ho concentrato i miei sforzi per contribuire a fornire nuove indicazioni e nuovi strumenti a tutti gli imprenditori che non si sono lasciati scoraggiare e hanno deciso di darsi da fare. Una “concentrazione di fuoco” su un unico obiettivo: rendere concreta una collaborazione tra chi investe o gestisce una struttura (imprenditore o operatore che sia) e chi può facilitare veramente il compito di sviluppare l’attività, fornendo frecce al loro arco.

QT Hotel, Sidney – Un’originale indicazione del numero delle camere Photo @Not Quite Nigella

È finito il tempo di un lavoro a compartimenti stagni: un hotel che voglia affacciarsi al futuro, soprattutto (e sottolineo: soprattutto!) in questo momento storico, deve abbattere le barriere che generalmente dividono le singole attività. È il momento di fare squadra, e direi anche di andare oltre: è il momento di creare un team affiatato.

È una guerra e l’obiettivo è sopravvivere insieme.

Una pianificazione per lo sviluppo futuro di un hotel deve coinvolgere tutte le menti. In questo contesto, è finito il tempo dell’architetto che recepisce le direttive e progetta senza entrare nelle complesse dinamiche di una struttura ricettiva!

Non esiste più una progettazione che non tenga conto degli indirizzi di marketing, o che addirittura non li suggerisca; diventa anacronistico qualsiasi studio che non diventi strumento di comunicazione e di immagine: serve un approccio globale.

Il ruolo dell’Hotel Stylist deve essere il condimento che amalgama tutta la pianificazione di un hotel. Il potenziamento delle armi dell’imprenditore: diventa il fucile in una battaglia combattuta con le spade!

Un ruolo ambizioso? Niente affatto, semplicemente un supporto professionale concreto, che parli la stessa lingua dell’interlocutore e che diventi un vero consulente nella sua squadra.

C’è bisogno di nuove idee e nell’entusiasmo di questo lavoro, forse faccio fatica a far capire l’enorme portata di questo tipo di approccio.
Se tutto resta confermato, avrò occasione di parlarne al prossimo TTG di Rimini il 14 ottobre, in un intervento a quattro mani con Giacomo Pini, CEO di GP Studios, con il quale affronteremo proprio il tema dei cambiamenti che il settore ricettivo si sta trovando a vivere.

Un modo per prepararsi a qualsiasi cosa ci aspetti questo inverno e il prossimo anno, attraverso un approccio creativo e fuori dagli schemi.

Leggi anche: “Come pensare fuori dagli schemi

Permanent link to this article: http://www.hoteldesign.org/hotel-stylist-pianificare-il-futuro/

Lascia un commento

Your email address will not be published.